giovedì 16 gennaio 2014

Recensione BeanStalk [Galaxy S2]




Da poco più di una settimana è disponibile per il Galaxy S2 una rom che sta riscuotendo tantissimo successo su XDA, la BeanStalk.
Questa rom nasce all'incirca nel marzo del 2013 per il Samsung Infuse 4G ma ben presto estende la propria compatibilità anche ad altri telefoni come i Nexus e il Galaxy S3.
Purtroppo la BeanStalk, ufficialmente, non supporta l'S2 (i9100); tuttavia l'utente di XDA Sooti ha realizzato un porting per tale smartphone.
La rom ed il suo kernel sono stati sviluppati per il 98% con i codici CyanogenMod per avere un'ottima stabilità e una fluidità discreta. 
Ho trovato curioso il nome che si traduce con "gambo di una pianta di fagioli" ed è riferito, come si può intuire dall'immagine in copertina all'articolo, a "Jack e il fagiolo magico" (Jack and the Beanstalk), una popolare fiaba inglese.

Ma lasciamo le curiorità per passare ad aspetti più tecnici.
La rom pesa circa 188 Mb, qualcosa in più rispetto ad altre CM-based anche se non in modo eccessivo; ciò è giustificato dalle tante applicazioni di sistema aggiunte da Sooti.

Sono infatti presenti:


  • Nova Launcher;
  • Holo Launcher;
  • Avvio Applicazioni (ovvero Google Home, il launcher di BigG con l'integrazione a Google Now);
  • Launcher3 (di CyanogenMod);
  • Android Tweaker, applicazione di iGio90, sviluppatore della BAM Rom (tale app inizialmente non funzionerà perché è necessaria l'installazione di Android Tweaker 2, scaricabile gratuitamente dal PlayStore);
  • Apollo, il famoso lettore musicale CM;
  • BeanStalk Explorer, un pratico file manager;
  • Documenti, nel caso un solo file manager non bastasse... :D ;
  • DSP Manager, un'applicazione che permette di agire sul suono;
  • Emulatore Terminale;
  • GooManager, l'app ufficiale del sito Goo.im dalla quale si possono scaricare centinaia di rom e pacchetti;
  • BaenStalk OTA: per gli aggiornamenti OTA (Over The Air).

Come potete vedere sono presenti addirittura quattro launcher di sistema e il mio consiglio è di usare Nova, il più fluido.



Credo che la BeanStalk, al momento, sia la migliore rom KitKat per quanto riguarda la personalizzazione. 
Sì, superiore anche alla BAM Rom.
È presente HALO))), la famosa applicazione per le notifiche in stile FB Messenger sviluppata dal team Paranoid. Come sempre questa funzione avrà un impatto non indifferente sulla durata della batteria. Qui potete trovare la videorecensione, effettuata da Nick, di tale app.
Ho molto gradito la funzione Dark Stalk che rende il tema del dispositivo e delle app di sistema di colore nero (al momento non funziona ancora con il Play Store).
Se il tema "Dark Stalk" non dovesse essere di vostro gradimento è possibile inserirne anche altri grazie al Theme Chooser classico delle Cyanogen.

Descrivere tutte le opzioni disponibili renderebbe troppo lungo l'articolo perciò ho deciso di farne tre brevi video-panoramiche.

video


video



video



Il giudizio sulla batteria è positivo. 
Ormai da un po' di tempo utilizzo soltanto la batteria maggiorata da 2000 mAh perché quella stock da 1650 mAh mi ha abbandonato quindi vi parlerò di un utilizzo normale con la batteria maggiorata.
Sono sempre riuscito a coprire un giorno intero con un utilizzo medio (Whatsapp, Kliph o Fast e Instagram) e luminosità al 50% ma con uno sfondo animato che consuma parecchio (500 firepaper). Inoltre sono stato molto più tempo in WI-FI che in 3G.























Siete arrivati fin qui e ancora non avete flashato la BeanStalk? Questa è una rom da provare!
Ultra-personalizzabile e con un'ottima durata della batteria anche se presenta ancora un bug che può risultare scomodo per qualcuno. Infatti non è disponibile la lingua italiana, o meglio, è presente ma anche se selezionata la rom avrà sempre la lingua di default: l'inglese.
Sono rimasto piacevolmente sorpreso anche dagli aggiornamenti, sempre costanti.

Consiglio a tutti gli amanti del modding e della personalizzazione questa rom, è fenomenale.

Se siete interessati la trovate qui.






















Aggiornamento (29/03/2014)

Ecco la videorecensione di Nick!