venerdì 4 ottobre 2013

Recensione tastiera TouchPal X


Oggi sono qui a recensire una delle tastiere migliori che abbia mai provato e che possono paragonare tranquillamente all'ottima Swiftkey, ma con alcune differenze che vedremo di seguito.
TouchPal X nasce da un developer di XDA che si firma, in maniera abbastanza anonima, come Touchpal. Incuriosito da questa tastiera suggerita in un developer thread, decisi di concederle una possibilità. Devo dire che vale tutta la pubblicità che ho letto su di lei. 

La caratteristica che più, a mio avviso, la rende speciale è la leggerezza e lo scarso consumo di RAM (cosa che la rende adatta ad ogni fascia di dispositivi). Fluidissima ed esteticamente molto accattivante, fa della funzionalità e della semplicità d'uso due aspetti fondamentali. Infatti è possibile digitare normalmente su di essa per creare le parole, ma è anche possibile, attraverso uno swype continuativo, creare delle frasi in maniera molto veloce e con assoluta precisione.





Anche la correzione automatica delle parole è immediata e molto precisa. È possibile utilizzare più lingue per volta, in modo da avere il correttore per più parole, cosa che fa risparmiare tempo nella digitazione o nello swype.





Anche l'aspetto social è molto curato, visto che, con un semplice swype a partire dal tasto spazio verso l'alto, attiverà gli emoji (ossia gli smiley) e le emoticon da poter utilizzare e sono davvero tante.
Tappando su Emoji visualizzerete diverse pagine di smiley molto simili a quelle di facebook, mentre tappando su emoticon verranno visualizzate decine di "faccine" in modalità testuale (e sono davvero tante!).
Per passare nuovamente alla modalità di digitazione sarà sufficiente "swypare" verso il basso per poter così accedere alla tastiera vera e propria.










Tappando, invece, sul tasto impostazioni in alto a sinistra potrete accedere alle gestures, alla modalità swype (è possibile disattivarla se non utilizzate questa funzione), alla modalità singola mano (per chi è ormai abituato a scrivere con una mano soltanto) e potrete attivare o disattivare la predizione della parola. Sempre dalla stessa tendina, come vedete in immagine, potrete accedere alle skin per personalizzare i colori della vostra Touchpal X.
Dal tasto "Di più" avrete ulteriori informazioni sull'applicazione.








Come detto prima, condivide molte caratteristiche con la celebre Swiftkey, ma si distanzia da essa in alcuni aspetti. Il primo, forse il più importante, è proprio il diverso consumo di RAM, molto esiguo. Il secondo è la fluidità con la quale è possibile digitare. A parità di ROM, kernel e applicazioni installate, la sensazione che da la Touchpal è di girare molto meglio rispetto alla cugina Swiftkey. Altro aspetto molto importante è mentre per la Swiftkey esiste una versione provvisoria gratuita ed una versione completa a pagamento, la Touchpal X la si trova gratuitamente sul Play Store nella versione completa.
Ecco un video sul funzionamento di TouchPal (purtroppo non essendo Screencast perfettamente compatibile con Android 4.2.2, i colori risultano invertiti).


video

Vi lascio anche il thread di riferimento su XDA per eventuali domande al developer o per suggerire qualcosa che trovate utile.
Per cui non vi resta che testare questa splendida tastiera che potete scaricare, come detto prima, gratuitamente dal Play Store a questo indirizzo.

Alla prossima!